Italia Personal Finance

← Torna alla pagina precedente

Ultimo aggiornamento: 22/12/23, 13:40 - Autore: u/emish89

Tempo di lettura: 4 minuti

Strategie di investimento per principianti

Premessa

Questo articolo è stato scritto per fornire una guida ai principianti che vogliono iniziare ad investire. Non è un articolo esaustivo e non vuole essere un consiglio di investimento. L’autore non si assume alcuna responsabilità per eventuali perdite o danni derivanti dall’uso delle informazioni contenute in questo articolo.

Questo articolo deve assolutamente essere letto dopo gli articoli base di questa wiki, partendo da qui:

Viene altresì dato per scontato che l’utente sappia già come funziona il risparmio e abbia già un fondo di emergenza e degli obiettivi di investimento.

Devo investire?

Prima di iniziare ad investire è necessario capire se è il caso di investire.

Normalmente, i 3 check da fare prima di aprire un conto titoli e iniziare a comprare strumenti sono:

Scegliere l’investimento giusto

Dopo aver risposto a queste domande, è necessario capire qual è il tipo di investimento più adatto a noi.

Ad esempio, se so che ho bisogno di un capitale per un progetto che dovrò realizzare tra 2 anni, non è consigliabile investire in strumenti che hanno un orizzonte temporale di 10/20 anni (azionario).

Se invece vedo i capitali da investire ogni mese come una cifra che non mi servirà per molto tempo, posso pensare a tutt’altro tipo di investimento.

Investimenti a brevissimo termine (< 2 anni)

Se ho bisogno di un capitale nel giro di pochi mesi/1 anno, non è consigliabile investire in strumenti che hanno un orizzonte temporale lungo. Possiamo considerare gli stessi strumenti che abbiamo usato per il nostro fondo emergenza in questi casi.

Ne parliamo nel dettaglio qui:

Investimenti a breve termine (< 5 anni)

Esempio tipico: voglio comprare casa entro 2/5 anni, che strumento scegliere?

In questo caso, ipotizzando una scadenza che non è nel brevissimo, possiamo immaginare strumenti a basso rischio con scadenza che cade nel nostro orizzonte temporale. Per fare un esempio pratico, ad esempio titoli di stato con scadenza 2/5 anni, oppure conti deposito vincolati. In pratica tutti strumenti dove, a parte il rischio fallimento emittente, al momento della sottoscrizione sappiamo già in anticipo quanto ci verrà restituito.

Comprando un bond oggi, sappiamo esattamente il suo rendimento annuo e la data di rimborso e se portato a scadenza, i termini non cambieranno.

Nel caso voleste maggiori info sulle obbligazioni:

Investimenti a medio termine (5 - 10 anni)

E’ uno dei casi più difficili da consigliare perché quando l’investimento è per una data che sarà intorno a tra 10 anni, è totalmente personale scegliere se sia il caso di investire in strumenti a basso rischio o a rischio più elevato.

L’approccio bilanciato spesso può risultare vincente, con un buon mix di parte obbligazionaria (a più basso rischio) ed azionaria (a rischio oscillazioni più alto).

Investimenti a lungo termine (> 10 anni)

In questo caso, se siamo giovani e non abbiamo bisogno di questo capitale per un lungo periodo, possiamo pensare ad investimenti più rischiosi, come appunto l’azionario. Sul lungo periodo, storicamente, l’azionario ha sempre avuto rendimenti intorno al 7% annuo, con però possibili drawdown anche del 30/40%. E’ quindi un ottimo strumento per chi ha un orizzonte temporale molto lungo.

Che prodotti scegliere

Una volta scelto il tipo di investimento, è necessario capire che prodotti scegliere. Parlando di obbligazioni, si può svariare tra obbligazioni nazionali, obbligazioni corporate o ETF obbligazionari.

Per quel che riguarda le azioni, normalmente si tende a consigliare ETF azionari, che hanno un costo molto basso e permettono di investire in un paniere di azioni molto variegato. Questo permette di abbattere i rischi sull’azione singola. Spesso vedrete suggeriti panieri quanto più possibile diversificati, che coprono praticamente i mercati di tutto il mondo, i cosiddetti “all world”.

Uno dei mantra del sub, il decantato VWCE, ha al suo interno 3.658 titoli azionari di tutti i mercati, ad oggi.

Se volete molti più dettagli sui portafogli lazy (pigri), in questo ebook potrete trovarne di veramente interessanti: Lazy Portfolios in italiano - by DedaloInvest

Per approfondire l’argomento ETF:

Quando iniziare ad investire?

Una delle domande più frequenti è: quando iniziare ad investire?

”Oggi i mercati sono ai massimi, non è meglio attendere che scendano?”

Ecco, la risposta è che no, non è meglio attendere che scendano. I principali indici azionari passano “ai massimi” quasi tutto il loro tempo, perché appunto fino ad oggi storicamente hanno sempre avuto trend di rendimenti positivi sul lungo periodo.

Qui un simpatico tool che vi mostra l’importanza del ‘time in the market’ vs ‘timing the market’

Se poi preferite un approccio di ingresso scaglionato, che può aiutare a mitigare il rischio di entrare in un mercato in fase di correzione, ne abbiamo parlato qui:

Next steps

Vuoi approfondire altri temi legati all’investimento? Come ad esempio la deducibilità di un fondo pensione, che spesso può avere un rendimento maggiore di molti investimenti più rischiosi?

Scritto da: u/emish89 - Ultima revisione: u/emish89

Originariamente pubblicato il 22/11/23, 00:47 e aggiornato l'ultima volta il 22/12/23, 13:40

← Torna alla pagina precedente